Cade ancora Trapani, a Roma quinta sconfitta consecutiva

04.02.2018 20:51 di Michele Scandariato  articolo letto 407 volte
Cade ancora Trapani, a Roma quinta sconfitta consecutiva

Virtus Roma - Pallacanestro Trapani 86-78 (26-21; 49-42; 70-64)

Virtus Roma: Benetti NE, Basile, Maresca 12, Parente 9, Baldasso 8, Chessa 5, Lucarelli NE, Landi 11, Roberts 16, Thomas 25; All. Bechi

TRAPANI: Jefferson 21, Bossi 11, Renzi 13, Testa, Guaiana NE, Ganeto 3, Mollura 4, Viglianisi 9, Spizzichini 3, Perry 14, Simic; All. Ducarello

Arbitri: Gagliardi, Rudellat e Bartolomeo

Quinta sconfitta consecutiva per la Pallacanestro Trapani che cade a Roma contro la Virtus al termine di una partita equilibrata decisa negli ultimi minuti dalla maggiore energia dei padroni di casa che grazie alle stoppate di Roberts (3) ed ai canestri di Thomas (25 pti) sono riusciti a centrare la vittoria. Gara frammentata da troppi fischi arbitrali che Trapani ha giocato discretamente per 38 minuti con un buon Jefferson (21 pts) e buone percentuali dall’arco, ma alla fine l’orgoglio e la determinazione della Virtus sono stati decisivi.

Nel primo quarto meglio gli attacchi delle difese con buone percentuali dal campo per entrambe, i canestri di Landi portano la Virtus sopra di 5 (26-21) al primo intervallo. Roma prova a scappare con i canestri di Maresca ma Trapani ricuce con due triple consecutive di Viglianisi e Jefferson tornando a -2 (39-37) prima della tripla allo scadere di Parente che manda Roma sul +7 al riposo lungo (49-42). Buono l’inizio di terzo quarto degli ospiti che con le triple di Perry e Jefferson tornano in parità ma Roma nonostante i problemi di falli trova un break di 6-0 con Baldasso e Parente per chiudere avanti di 6 (70-64). Parte meglio Trapani nell’ultimo quarto e con la tripla di Bossi mette il naso avanti (72-73) a 7 minuti dal termine, poi è un finale punto a punto. L’equilibrio si spezza solo negli ultimi 2 minuti perché Trapani sotto di 1 (79-78) non riesce più a segnare subendo le stoppate di Roberts ed i canestri di Thomas che mettono il sigillo alla partita.