Il grande cuore di Trapani trascina i granata alla vittoria contro Treviso

lunedì si torna in campo per gara 4
06.05.2018 01:04 di Michele Scandariato  articolo letto 766 volte
Andrea Renzi
Andrea Renzi

Lighthouse Trapani - De Longhi Treviso 90-85 (30-15, 44-37, 63-54)

Trapani: Jefferson 21, Bossi 7, Renzi 13, Testa 6, Fontana ne, Guaiana ne, Ganeto 14, Mollura 3, Viglianisi 8, Perry 18, Simic; All. Parente

Treviso: Brown 14, Sabatini 5, De Zardo ne, Bruttini 2, Swan 12, Musso 14, Antonutti 14, Rota ne, Imbrò 7, Negri 4, Lombardi 13, Nikolic ne; All. Pillastrini

Arbitri: Capotorto, Scrima e Bartolomeo

Trapani vince meritatamente gara 3 contro Treviso e allunga la serie rimandando tutto a gara 4 che si disputerà lunedì sera ancora al PalaConad. Una partita intensa, bella, in pieno clima playoff tra due squadre che si sono date battaglia per 40 minuti. Alla fine l’ha spuntata Trapani ma il pathos è rimasto altissimo fino all’ultimo anche se i granata più volte erano riusciti ad ottenere vantaggi importanti in doppia cifra. Trapani che produceva il massimo sforzo a metà ultimo quarto portandosi sul + 15 ad appena 5’ dal termine ma Treviso non si è arresa rimontando fino a - 1 negli ultimi secondi anche grazie a qualche fischio arbitrale quantomeno dubbio. Erano i tiri liberi realizzati da Viglianisi a sancire il meritato successo di Trapani, ma quanta fatica. Ancora mattatore Jefferson (21 pt) ma anche Perry (18 pt +9 rbs) è stato decisivo nella lotta sotto i tabelloni assieme al ritrovato Renzi (13 pts + 8 rbs). Dall’altra parte una De Longhi Treviso mai doma, sempre pronta a rientrare in partita con le triple di Musso (14 pt), la fisicità di Brown (14 pt) e la precisione di Lombardi al tiro (14 pt) a ribattere colpo su colpo.

Trapani era partita fortissimo giocando un primo quarto perfetto con l’80% dal campo che fruttavano 15 punti di vantaggio (30-15) al primo intervallo con un Ganeto in stato di grazia (12 pt nel primo quarto). Prova a rientrare Treviso nel secondo aumentando la pressione difensiva ma Trapani regge bene. Ci pensa però Lombardi con 2 triple negli ultimi 2 possessi a ridurre lo svantaggio all’intervallo lungo (44-37). Trapani è brava a riportare l’inerzia dalla sua parte nel terzo quarto con un parziale di 8-0 e una difesa che abbassa le percentuali degli ospiti. Trapani torna sul + 14 (62-48) dopo un’azione da 3 punti di Mollura ma la tripla di Sabatini riporta gli ospiti a -9 allo scadere (63-54). Trapani mantiene alta la tensione con Perry reattivo al rimbalzo ma è la precisione nel tiro da 3 a fare volare i padroni di casa con le triple di Testa e Jefferson che portano Trapani sul + 15 (81-66) a 5’ dal termine. Sembra fatta ma Brown, Musso e Swan con un parziale di 9-0 in un amen riportano ancora sotto Treviso (81-75). La tripla siderale di Jefferson a poco più di un minuto sembra chiudere i conti ma una incredibile azione da 5 punti (tiro di Musso da 3 e 2 liberi sul fallo subito da Antonutti) rimette Treviso in partita. A poco più di 20” dalla fine Trapani conduce 84-83, Viglianisi dalla lunetta segna 2 su 2 sul fallo sistematico. Dopo l’errore in sottomano di Sabatini che concede un altro possesso a Trapani, Perry realizza 1 su 2 dalla lunetta mentre Swan risponde subito segnando ancora dall’angolo. Si chiude con i 3 liberi di Viglianisi a tempo quasi scaduto. Esulta il PalaConad per la meritata vittoria che allunga questa splendida serie.