Presentata la campagna abbonamenti della Pall. Trapani

 di SNT Redazione  articolo letto 26 volte
Fonte: pallacanestrotrapani.com
Presentata la campagna abbonamenti della Pall. Trapani

Si è svolta ieri pomeriggio la conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti per la stagione 2017/2018 della Pallacanestro Trapani. Presenti il vice presidente Fabrizio Giacalone ed il general manager Nicolò Basciano oltre agli atleti della formazione granata (tranne i due americani che non si sono ancora uniti al gruppo) con tutto lo staff tecnico.

Ha aperto la conferenza stampa il vice presidente Fabrizio Giacalone che ha condiviso con i presenti le sue sensazioni positive sull’ottimo inizio di una stagione nella quale ripone tante aspettative: “Per iniziare porto il saluto affettuoso del Presidente Pietro Basciano che per motivi di lavoro non è potuto essere presente. In questi giorni ho risentito il cuore pulsare per l’emozione di una nuova avventura che sta iniziando. Ieri, al primo allenamento, ho visto negli occhi dei ragazzi uno sguardo diverso, agguerrito e voglioso di dare il massimo. Non potrei essere più contento di come la squadra si sia approcciata a questa nuova esperienza; sono convinto che, con il lavoro e con l’aiuto di tutto lo staff, potremo riuscire a toglierci molte soddisfazioni”.

Al g.m. Nicolò Basciano il compito di illustrare la campagna abbonamenti per l’imminente stagione: “Ieri, al primo giorno di allenamento, ho detto ai ragazzi che il periodo della preparazione deve essere vissuto come un divertimento per costruire un futuro proficuo. L’arrivo di Gregor, con la sua competenza ed esperienza, sarà molto importante per la nostra causa; con lui stiamo avviando anche un progetto di sviluppo dei nostri giovani. Volevo che oggi i ragazzi fossero presenti per un primo abbraccio coi tifosi, siamo un gruppo giovane con tante aspettative e voglia di fare. A tal proposito abbiamo voluto lanciare uno slogan che per noi è molto significativo e che dovrà essere il filo conduttore di tutta la stagione: “Una città, un colore, una maglia.

Per quanto riguarda i prezzi degli abbonamenti non abbiamo modificato quasi nulla rispetto alla passata stagione. La novità più importante riguarda il fatto che verrà aggiunta una nuova tribunetta che aumenterà i posti del parterre granata, con l’obbiettivo di coinvolgere sempre di più i nostri tifosi. Per agevolare l’ingresso dei giovani e giovanissimi al PalaConad abbiamo deciso che gli under 10 entreranno gratis e che gli under 25 potranno sottoscrivere l’abbonamento a soli 70 euro. Per i vecchi abbonati che rinnoveranno la tessera entro il 2 settembre, ci sarà una riduzione del 10% su quasi tutte le tipologie di abbonamento. Tale riduzione sarà riservata anche a coloro che si abboneranno nel nuovo parterre granata.

Spero di coinvolgere nuovi sponsor per far sì che sempre più persone possano credere nel nostro progetto. Confido in tutti i tifosi; so che ci hanno sempre sostenuto e spero che possano aiutarci a crescere”.

Queste invece le considerazioni del nuovo arrivato Gregor Fucka: “Mi sono sempre piaciute le società che puntano sui giovani e sugli italiani e Trapani ne è un esempio. Cercherò di dare una mano a questo ambizioso progetto, sia aiutando a crescere i ragazzi del settore giovanile sia provando a mettere a disposizione del coach e della squadra la mia esperienza. Io non credo che per fare bene occorrano necessariamente tanti soldi, ritengo che, col giusto lavoro, anche con budget non troppo elevati ci si possano togliere molte soddisfazioni”.

Prime riflessioni anche per coach Ugo Ducarello: “I primi giorni di allenamento sono andati bene. Per quanto riguarda gli americani, Jefferson dovrebbe arrivare tra martedì e mercoledì mentre la situazione di Perry è un po’ più complessa per dei ritardi sulle pratiche di visto non dovuti a nostre responsabilità. Ci auguriamo comunque di averlo con noi da lunedì 28. Sono soddisfatto del roster che abbiamo allestito perché ognuno ha delle valide motivazione per fare bene: c’è chi deve dimostrare di essere all’altezza, chi si deve imporre e chi si deve confermare. A poco a poco, quando saremo al completo, esamineremo tutto e ci porremo i giusti obiettivi ma il sesto posto deve essere il traguardo minimo. Mi auguro che possa essere una squadra che possa fare del contropiede la sua arma in più. Rispetto alla passata stagione abbiamo un giocatore come Perry che è molto fisico e potrà darci atletismo dentro l’area ma la cosa principale dovrà essere riuscire a coinvolgere tutti”.