Si riscatta la Pallacanestro Trapani corsara a Napoli

 di Michele Scandariato  articolo letto 568 volte
Jesse Perry
Jesse Perry

Cuore Napoli Basket – Lighthouse Trapani 69-78 (17-20; 35-39; 54-52)

NAPOLI: Sorrentino 8, Maggio 5, Carter 21, Mastroianni 2, Vucic 11, Fioravanti 2, Zollo ne, Mascolo 10, Nikolic 6, Malfettone ne, Vangelov 4, Ronconi; All. Conticello

TRAPANI: Jefferson 9, Bossi 14, Renzi 16, Testa 7, Fontana ne, Guaiana ne, Ganeto ne, Mollura, Viglianisi 6, Spizzichini 2, Perry 16, Simic 8; All. Ducarello

Arbitri: Sabetta, Centonza e Almerigogna

Prima vittoria esterna per Trapani che espugna meritatamente il PalaBarbuto di Napoli giocando un ultimo quarto di grande energia dopo una gara equilibrata per 30 minuti. Trapani, che ha dovuto rinunciare a Ganeto per infortunio, ha trovato il break decisivo di 9-0 che ha cambiato l’inerzia della partita ad inizio ultimo quarto con i canestri dalla panchina dei giovanissimi Testa e Simic. Poi è l’americano Perry (per lui 16 punti + 16 rimbalzi + 5 assist) a mettere il sigillo alla gara con tre canestri nel finale che danno la vittoria a Trapani che riscatta la brutta sconfitta di domenica scorsa contro Roma. Granata che hanno dominato al rimbalzo (40-26) senza tuttavia brillare al tiro contro una squadra di casa che ha difeso forte prima di arrendersi nel finale.

Primo quarto equilibrato, scarse percentuali dal campo con il solo Renzi a trovare canestri, l’equilibrio lo spezza la tripla di Bossi allo scadere che porta avanti Trapani 16-20. Napoli riparte con buona aggressività in difesa mettendo pressione sugli esterni di Trapani che trova punti preziosi dalla panchina poi è Vucic dall’arco a impattare (28-28) a -3,10”. Nel finale però, prima la tripla di Viglianisi poi una schiacciata di Perry riportano in vantaggio Trapani (35-39) a metà di gara.

Non cambia il copione nel terzo quarto con buone difese a limitare gli attacchi, Trapani segna solo con Renzi e resta avanti fino al break di 6-0 per Napoli, firmato Nikolic e Mascolo, che chiude in vantaggio (54-52) il terzo periodo. La partita si decide ad inizio ultimo quarto quando Ducarello lascia in campo le seconde linee che ribaltano l’inerzia della partita con un parziale di 9-0 firmato da Testa e Simic. Napoli vacilla con il solo Carter che prova a tenere i suoi a galla ma quando Perry rientra in campo negli ultimi minuti è proprio lui a chiudere la partita con le giocate decisive, prima una tripla, poi un tap in e poi un canestro da sotto che proietta Trapani sul + 10 fino al 69-78 finale.