Torna a sorridere Trapani che supera Napoli con le triple di Jefferson nel finale

 di Michele Scandariato  articolo letto 518 volte
Torna a sorridere Trapani che supera Napoli con le triple di Jefferson nel finale

Pallacanestro Trapani – Cuore Basket Napoli 86-74 (14-14; 35-36; 59-58)

Trapani: Jefferson 20, Bossi 5, Renzi 16, Testa , Fontana NE, Guaiana NE, Ganeto 11, Mollura 6, Viglianisi 6, Spizzichini 5, Perry 15, Simic 2; All. Ducarello

Napoli: Fioravanti 10, Mascolo 4, Vangelov 4, Ronconi 8, Gallo NE, Maggio 6, Thomas 12, Nikolic NE, Caruso 6, Turner 24; All. Bartocci

Arbitri: Pazzaglia, Tallon, Saraceni

Torna al successo Trapani che risorge dopo 5 sconfitte consecutive battendo il fanalino di coda Napoli seppur con grande fatica. La decide proprio Jefferson, l’uomo più discusso del momento, che segna 10 punti negli ultimi 2 minuti con tre triple decisive dopo una partita giocata sottotono. Brutta partita nei primi due quarti con gli ospiti in vantaggio, poi la rimonta di Trapani che risorge con la precisione di Renzi e i rimbalzi di un claudicante Perry (15 punti + 15 rimbalzi). Non bastano a Napoli i 24 p.ti di Turner limitato nel finale dalla difesa aggressiva di Marco Mollura. Una vittoria che serve soprattutto per il morale perchè  non risolve certo i problemi di una squadra apparsa bloccata mentalmente dopo le ultime sconfitte ma anche con evidenti problemi fisici che, soprattutto nel reparto dei lunghi, stanno condizionando negativamente questa parte della stagione. Uomo simbolo della vittoria certamente il trapanese Marco Mollura, che ha lottato con la solita carica agonistica limitando, soprattutto nel secondo tempo, un ottimo Turner certamente il giocatore più pericoloso di Napoli. Primi due quarti giocati al rallentatore da entrambe le squadre con i granata padroni di casa che non riescono a servire i lunghi sotto canestro e gli ospiti che sfruttando il talento di Turner e Thomas sono costantemente in vantaggio. Nemmeno la panchina granata riesce a dare la scossa, la serata fredda fa il resto, poi nel secondo tempo la reazione granata che riesce a rimanere in scia sfruttando la precisione di Renzi che trova diversi tiri piazzati consecutivi che ridanno fiducia. Trapani aumenta l'intensità difensiva con Mollura che non molla Turner costringendolo anche ad un fallo antisportivo negli ultimi 5 minuti. Napoli però non molla fino a 2 minuti dal termine quando Jefferson, irriconoscibile fino a quel momento, trova una incredibile striscia di 3 triple consecutive che tolgono sicurezza agli ospiti e danno entusiasmo ai granata che raggiungono il massimo vantaggio proprio sulla sirena finale vincendo 86-74 con uno scarto, in verità, troppo severo rispetto all'andamento della partita.

Trapani tira un bel sospiro di sollievo ma non c'è il tempo di pensarci troppo perchè domenica si ritorna in campo a Rieti.