Trapani cade anche a Rieti

11.02.2018 21:47 di Michele Scandariato  articolo letto 442 volte
Renzia
Renzia

NPC Rieti - Pallacanestro Trapani: 82-75

NPC Rieti: Hearst 18, Gigli 12, Tommasini 18, Casini 12, Olasewere 14, Carenza, Savoldelli 5, Conti 3, Marini, Melchiorri NE; All. Rossi

TRAPANI: Jefferson 8, Bossi 8, Renzi 14, Testa, Fontana NE, Guaiana NE, Ganeto 8, Mollura 4, Viglianisi 5, Perry 24, Simic 4; All. Ducarello

Parziali: 19-19, 38-36, 61-51;

Arbitri: Bartoli, Caruso e Longobucco

Continua il periodo negativo per la Lighthouse Pallacanestro Trapani che a Rieti subisce la sesta sconfitta nelle ultime 7 partite. Sconfitta maturata nel terzo quarto quando i padroni di casa, guidati dall’ex granata Claudio Tommasini, con un veemente parziale hanno rotto l’equilibrio di una gara che fino a quel punto era stata equilibrata e giocata punto a punto. Trapani orfana di Spizzichini che in settimana è passato a Scafati e con un Jefferson ancora sottotono (appena 8 pti), non ha retto l’urto dell’energia di Rieti trascinata al successo proprio dall’ex Tommasini (18 punti), autore di 18 punti, 2 rimbalzi e 3 assist.

Il solo Perry tra i granata ha cercato di tenere i suoi in partita (24 pti e 9 rimbalzi) anche perché Renzi (14 pti) veniva limitato sotto canestro da Gigli (12 punti e 10 rimbalzi). Trapani che andava sotto anche di 15 punti nell’ultimo quarto ma riusciva nel finale quantomeno a mantenere il saldo positivo nello scontro diretto grazie ad un break di 10-0 negli ultimi 2 minuti.

Il primo tempo era stato equilibrato con le due squadre che si sono rincorse nel punteggio senza nessun break significativo. Trapani che alterna la difesa a zona che costringe Rieti a tirare con brutte percentuali dall’arco, trovava punti importanti da Perry. Sono del colored Olasewere i canestri da sotto che tengono Rieti avanti all’intervallo lungo (38-36). La partita si decide ad inizio terzo periodo quando dopo il pareggio di Viglianisi sul 38-38. Trapani va letteralmente in barca subendo l’energia dei padroni di casa trascinati dallo splendido pubblico di Rieti. La tripla di Ganeto tiene Trapani a -10 all’ultimo intervallo, poi nell’ultimo quarto le giocate di Tommasini mandano definitivamente al tappeto Trapani che scivola anche a fino -15 prima di risalire con un break finale sul -7 salvando, quantomeno, la differenza canestri nello scontro diretto.

Le dichiarazioni a fine gara del coach della Pallacanestro Trapani Ugo Ducarello: “Nei primi due quarti siamo stati bravi con la zona a confondere Rieti ma purtroppo, anche a causa dei tanti errori dalla lunetta, non ne abbiamo approfittato. Nella terza frazione si sono abbassate molto le percentuali al tiro ed in difesa abbiamo subito l’aggressività di Rieti che è stata brava a sfruttare la sua maggiore fisicità. Nel finale abbiamo più volte provato a rientrare ma ci siamo lasciati prendere dalla frenesia”.