Trapani regge 35 minuti prima di cedere alla Fortitudo Bologna

 di Michele Scandariato  articolo letto 384 volte
Marco Mollura
Marco Mollura

Fortitudo Bologna - Pallacanestro Trapani 81-71

Bologna: Mccamey 7, Cinciarini 20, Italiano 5, Gandini 13, Amici 16, Fultz 6, Italiano 5, Pini 2, Amici 16, Montanari NE, Boniciolli NE, Bryan NE; All. Boniciolli

Trapani: Jefferson 20, Bossi 2, Renzi 7, Testa 5, Gentile NE, Guaiana NE, Ganeto 3, Mollura 19, Viglianisi 3, Perry 12, Simic; All. Ducarello

Arbitri: Masi, Caforio, Maschietto

Parziali: 20-18; 41-43; 61-59;

Trapani regge per oltre 35 minuti contro la corazzata Fortitudo Bologna prima di arrendersi nel finale alla maggiore fisicità degli avversari, nella gara valida come quarti di finale della Coppa Italia di serie A2 di Jesi. Una partita rimasta sul filo dell’equilibrio in cui Trapani nella prima parte di gara è rimasta in partita grazie alla prestazione maiuscola di Marco Mollura, autore di 19 punti con 100% dal campo nei primi due quarti, rispondendo alla intensa difesa dei bolognesi con buone percentuali dall’arco. Dopo avere chiuso avanti il primo tempo (43-41) Trapani ribatteva colpo su colpo anche nel terzo quarto chiusu sul 61-59 per i bolognesi, con Jefferson che saliva in cattedra segnando 12 punti consecutivi ed una buona difesa a zona che sporcava l’attacco Fortitudo. La gara si decideva nell’ultimo periodo quando negli ultimi 4 minuti Trapani cedeva fisicamente sotto i colpi di Cinciarini (20 pti) e Amici (16) che spingevano Bologna avanti. Decisivi 4 punti consecutivi in contropiede su palla rubata di Rosselli che davano lo strappo finale negli ultimi 2 minuti. Bologna vince grazie alle maggiori rotazioni e  prevalendo al rimbalzo (38-31) con una difesa aggressiva che ha costretto Trapani a basse percentuali da sotto (28% da 2). Trapani esce comunque a testa contro una grande squadra.