Coppa Italia serie C: il Trapani supera il turno battendo il Siracusa ai calci di rigore

 di Michele Scandariato  articolo letto 60 volte
Coppa Italia serie C: il Trapani supera il turno battendo il Siracusa ai calci di rigore

Trapani-Siracusa 0-0 (4-2 dcr)

TRAPANI: Pacini, Bajic, Rizzo, Taugourdeau, Reginaldo (12’st Evacuo), Silvestri, Dambros, Steffè, Canino (37’st Culcasi), Maracchi (12’st Palumbo), Visconti. A disposizione: Ferrara, Furlan, Pagliarulo, Bastoni, Murano, Fazio, Girasole, Marras. All. Alessandro Calori

SIRACUSA: D’Alessandro, De Vito, Di Grazia (8’1ts Guerci), Mangiacasale, Plescia (36’st Daffara), Vicaroni, Mucciante, Mazzocchi (28’st Bernardo), Grillo, Punzi, Toscano. A disposizione: Tomei, Palermo. All. Paolo Bianco

ARBITRO: Valerio Maranesi di Ciampino; ASSISTENTI: Tiziano Notarangelo di Cassino e Francesco Cortese di Palermo

RIGORI: Mucciante (fuori), Steffè (gol), Bernardo (gol), Taugourdeau (gol), Grillo (palo), Palumbo (gol), Daffara (gol), Evacuo (gol)

NOTE: Ammoniti Steffè, Taugourdeau nel Trapani – De Vito, Grillo nel Siracusa; Espulso De Vito (S) al 34’st; Recuperi: 0’pt-4’st; Corner: 10-5; Spettatori: 1.332

Ci sono voluti i calci di rigore per avere ragione di un Siracusa sceso al "Provinciale" con quasi tutta la formazione primavera in campo, con quattro giocatori addirittura all'esordio tra i professionisti. Anche Calori operava una sorta di turn over schierando solo Bajic, Canino e Culcasi come esordienti, ma per il resto il mister granata ha dato spazio a chi ha giocato meno ed inserendo Taugourdeau fin dall'inizio, impiegandolo per tutti e 120'. Il francese reduce da un infortunio, ha risposto in parte, palesando che ha molto ancora da lavorare, soprattutto nel velocizzare le giocate e nell'intensificare la manovra. A vedere i 22 in campo tutto lasciava presupporre che i granata facessero un sol boccone degli aretusei. Ma un atteggiamento da sgambatura infrasettimanale, con poca voglia mostrata dai ragazzi di Calori ha dato vita ad una partita scialba priva di emozioni e poù scorrevano i minuti più veniva di farsi una bella dormita sugli spalti del "Provinciale". Anzi se c'è stata una formazione che ha cercato di ravvivare la gara, questi sono stati gli ospiti, che hanno mostrato più voglia, più grinta, soprattutto da parte di qualche giovane interessante tra le file ospiti che si è messo in evidenza. Per il Siracusa rimane il rammarico di aver perso ai rigori, ma sicuramente mister Bianco può ritenersi soddisfatto per la prestazione dei suoi e di qualche giovane dal quale ha ricevuto conferme positive. Di contro per il Trapani rimane solo il passaggio del turno, il resto è tutto da dimenticare.

(commento di Salvatore Puccio)