Il Consiglio Federale approva le norme sui ripescaggi, torna a sperare il Trapani

 di Michele Scandariato  articolo letto 244 volte
© foto di Antonio Vitiello
Il Consiglio Federale approva le norme sui ripescaggi, torna a sperare il Trapani

Il Consiglio Federale ha approvato oggi all’unanimità di fissare per la Lega Pro il contributo del ripescaggio a 300 mila euro più 200 mila euro con fideiussione e per la Lega B a 700 mila euro più 300 mila euro con fideiussione. In aggiunta alle altre preclusioni, non saranno ammesse al ripescaggio le Società ripescate nelle 5 stagioni sportive precedenti.

Torna, quindi, a sperare, almeno teoricamente, il Trapani calcio dopo la retrocessione in Lega Pro visto che tra le squadre retrocesse sarebbe la principale aspirante al ripescaggio (il Vicenza è già stato ripescato nel 2014) nel caso in cui qualche squadra non dovesse riuscire ad iscriversi nei al prossimo campionato di serie B.

Chiaramente le notizie rimbalzate ieri da Terni con il disimpegno della proprietà Longarini hanno riacceso una seppur minima fiammella di speranza tra i tifosi granata ancora frastornati per l’inattesa retrocessione e le vicende giudiziarie che all’indomani hanno investito l’azienda della famiglia Morace.

E’ ovvio che qualsiasi tipo di discorso resta subordinato alla volontà della famiglia Morace che ad otto giorni dalla retrocessione non ha ancora espresso alcuna valutazione sul futuro del Trapani calcio.