il derby è granata, il Trapani è capolista solitario dopo il successo sul Siracusa

29.09.2018 23:27 di Michele Scandariato  articolo letto 259 volte
Taugordeau autore del gol
Taugordeau autore del gol

Trapani-Siracusa 2-1

TRAPANI (4-3-3): Dini 7; Scrugli 6 (57’ Aloi 6), Mulè 6, Pagliarulo 6, Ramos 6,5; Corapi 6, Taugourdeau 7, Costa Ferreira 6; Tulli 6 (67’ Ferretti 6), Nzola 5,5 (69’ Evacuo 6), Golfo 6,5. All. Italiano.

SIRACUSA (4-3-3): Messina 6; Daffara 6, Turati 6,5, Di Sabatino 6, Orlando 7 (85’ Bertolo ng); Tuninetti 6, Palermo 6 (74’ Fricano 6), Del Col 6,5; Rizzo 6 (69’ Catania 6,5), Celeste 5 (46’ Diop 7), Vazquez. All. Pagana.

MARCATORI: 27’ Taugordeau, 67’ Ramos, 73’ Catania;

ARBITRO: Colombo di Como, assistenti: Pacifico e Trinchieri

NOTE: Spettatori 3.599 per un incasso di € 27.964,88; Ammoniti: Tulli (Trapani), Di Sabatino, Turati, Diop (Siracusa); espulso al 90’ Di Sabatino per doppia ammonizione; Recupero 0+4

Il Trapani vince la sua quarta partita consecutiva e consolida il primato in classifica battendo per 2-1 il Siracusa nel derby del “Provinciale”. Non è stata una partita bellissima perché fino al raddoppio dei granata lo spettacolo non era stato certo esaltante con due squadre ad annullarsi a centrocampo che concedevano pochissimo. Solido il Siracusa nel primo tempo a limitare le fonti di gioco del Trapani che però era cinico a sfruttare le occasioni ed a costruirsi il doppio vantaggio prima con Taugordeau, alla prima rete in maglia granata, su punizione al 27’ e poi con Ramos a metà ripresa dopo un bello scambio in verticale con Golfo e N'zola. Gara che però a quel punto si accendeva perché gli ospiti che avevano inserito un altro attaccante ad inizio ripresa, avevano un sussulto d’orgoglio e sfruttando proprio la vivacità del nuovo entrato Diop mettevano alle corde i granata. Anche perchè Italiano 10 minuti prima del gol aveva sostituito Scrugli con Aloi relegando Costa Ferreira sulla fascia difensiva destra. Mossa azzardata perchè su qul lato di campo si apriva una voragine che gli esterni del Siracusa erano bravi a sfruttare. Soprattutto dl gol di Catania, appena entrato, lesto a riprendere al 73’ la respinta di Dini sugli sviluppi di un corner, che riapriva una gara che sembrava ormai in archivio. Il gol, infatti, dava ulteriore coraggio agli ospiti che sfioravano in un paio di occasioni il pareggio prima con Fricano che al 76’ sfruttava un liscio di Costa Ferreira ma concludeva di poco al lato, poi con un colpo di testa di Diop al 78’ su cui però si superava Dini. L’espulsione per doppia ammonizione per Di Sabatino al 90’ di fatto metteva fine alla contesa con i granata a festeggiare sotto la curva per il quarto successo consecutivo e la vetta solitaria.