Il Trapani sconfitto a Lecce 2-1

 di Michele Scandariato  articolo letto 305 volte
Torromino
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torromino

Lecce – Trapani 2-1

LECCE: Perucchini 6,5, Di Matteo 6,5, Mancosu 6,5 (50’st Costa Ferreira sv), Cosenza 6,5, Arrigoni 6, Torromino 7 (31’st Lepore sv), Di Piazza 6, Drudi 6,5, Caturano 6, Ciancio 6, Armellino 6,5. All. Roberto Rizzo

TRAPANI: Furlan 6, Taugourdeau 6, Legittimo 5,5, Ferretti 6 (35’st Reginaldo sv), Murano 6, Fazio 6, Silvestri 6, Girasole 5,5 (22’st Evacuo 5,5), Maracchi 6, Visconti 5 (34’st Rizzo sv), Marras 6 (49’st Minelli sv). All. Alessandro Calori

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco; ASSISTENTI: Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni e Gamal Moktar di Lecco

RETI: Torromino 46’pt, Di Piazza 3’st, Murano (r) 9’st
NOTE: Ammoniti Caturano, Drudi, Cosenza nel Lecce – Ferretti, Silvestri, Rizzo nel Trapani; Espulso Di Piazza (L) al 5’st, Recuperi: 2’pt-7’st; Corner: 8-4

Il Lecce si aggiudica il big match della seconda giornata del girone C delle serie C battendo per 2-1 il Trapani in una gara infuocata da clima play off. Una partita decisa dall’uno due dei padroni di casa a cavallo dei due tempi con i gol degli attaccanti Torromino e Di Piazza che il Trapani tuttavia, grazie anche alla superiorità numerica per l’espulsione dello stesso Di Piazza, rimetteva in piedi con un calcio di rigore trasformato da Murano ad inizio ripresa. Vano poi il tentativo dei granata di pareggiare la partita anche perché i padroni di casa erano bravi a rintanarsi nella propria metà campo per respingere gli assalti del Trapani che sfioravano il pareggio con Marras. Meglio il Trapani nel primo tempo con almeno due nitide occasioni da gol con Ferretti e Marras ma proprio nel recupero era il Lecce a sbloccare il risultato grazie ad un eurogol di Torromino che con una violenta conclusione da fuori area trafiggeva Furlan. Il raddoppio ad inizio ripresa con un fulmineo contropiede di Di Piazza al 48’ prima del rigore realizzato da Murano, concesso per un fallo di mano su una cross di Ferretti, che dimezzava le distanze. Vano poi l’assalto finale del Trapani che in superiorità numerica non riusciva ad agguantare il pareggio.