Torna al successo il Trapani che supera il Francavilla

decisivo l'eurogol di Reginaldo nella ripresa
 di Michele Scandariato  articolo letto 202 volte
Torna al successo il Trapani che supera il Francavilla

Trapani- Francavilla 3-1

TRAPANI (3-5-2): Furlan 6; Pagliarulo 6, Fazio 6, Silvestri 6,5; Marras 6,5 Bastoni 6, Girasole 6,5 (29’st Steffè 6), Palumbo 6,5, Visconti 5 (18’st Rizzo 6); Evacuo 5,5 (18’st Reginaldo 7), Murano 5,5 (34’st Dambros 6). All. Alessandro Calori

FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi 7, Prestia 6, Buono 6,5 (16’st Monaco 6), Saraniti 6, Pino 5,5, Albertini 6 (39’st Valotti sv), Abruzzese 5,5, Sicurella 5,5, Mastropietro 6 (29’st Ayina sv), Madonia 5 (16’st Viola 7), Agostinone 6,5. All. Gaetano D’Agostino

ARBITRO: Mario Vigile di Cosenza; ASSISTENTI: Gaetano Massara di Reggio Calabria e Veronica Vettorel di Latina

RETI: Girasole 10’st, Viola 23’st, Reginaldo 25’st, Palumbo 38’st

NOTE: Ammoniti Evacuo, Palumbo, Rizzo nel Trapani – Buono, Prestia, Sicurella, Abruzzese nella Virtus Francavilla; Recuperi: 1’pt-6’st; Corner: 10-5; Spettatori: 3.480

Con un ottimo secondo tempo torna al successo il Trapani che supera per 3-1 la Virtus Francavilla, dopo un brutto primo tempo in cui i granata si erano lasciati irretire dagli ospiti che si erano ben difesi. Diverso l’approccio dei granata che nella seconda parte della gara giocavano con buona intensità e grinta, sbloccando la gara con un bel gol di Girasole ben servito da Evacuo al 55’. Poi due prodezze, una per parte, di Viola che pareggiava al 68’ e di Reginaldo al 70’ che riportava avanti il Trapani, che impreziosivano la gara, poi il tris di Palumbo (o Dambros che forse la sfiora di testa) nel finale a sigillare la meritata vittoria dall’undici di Calori. Un successo che tiene i granata al terzo posto in classifica a ridosso delle due battistrada, Lecce e Catania.

LA CRONACA. Ospiti subito pericolosi dopo appena 50” con un colpo di testa di Mastropietro su assist di Agostinone, bravissimo, però, Furlan a protendersi in tuffo e respingere. Risponde al 5’ il Trapani con un’azione travolgente di Marras dalla destra ma sull’assist Murano viene anticipato di un soffio da un difensore. Pericoloso ancora il Trapani all’8’ con Murano che calcia a botta sicura sull’assist ancora di Marras, imprendibile sulla destra, ma Albertazzi compie un mezzo miracolo con i piedi. La partita si spegne con gli ospiti che riescono ad imbrigliare i padroni di casa. Al 35’ altra occasione per il Trapani che con Bastoni spreca da ottima posizione calciando alto sulla traversa. Dopo un minuto di recupero si chiude a reti bianche un deludente primo tempo.

Trapani che inizia con un piglio diverso la ripresa e che la sblocca al 55’ con Girasole che sfrutta l’assist di Evacuo, bravo a difendere la palla a centro area e a servire una bella palla indietro per la conclusione del centrocampista granata che si insacca all’incrocio. Partita che si accende subito dopo per un fallaccio di Sicurella su Marras, animi agitati con scambio di colpi proibiti in mezzo al campo che l’arbitro fatica a reprimere. Al 68’ gli ospiti trovano improvvisamente il pareggio con uno splendido gol di Viola che appena entrato triangola con un compagno per poi infilare all’incrocio con una pallonetto strepitoso che scavalca Furlan. Nemmeno il tempo di gioire per gli ospiti che i granata tornano in vantaggio al 70’: azione di Marras che ruba palla a Sicurella, si invola sulla destra e mette al centro per il nuovo entrato Reginaldo che con una splendida mezza rovesciata infila l’angolo più lontano. Un gol fantastico quello del brasiliano che riporta i granata in vantaggio. Partita che si è accesa dopo un brutto primo tempo, con due splendidi gol, e partita aperta più che mai adesso. Al 75’ il Trapani fallisce per due volte, in maniera clamorosa, il terzo gol, prima Murano e poi Rizzo da due passi, non riescono a mettere dentro la più facile delle occasioni, con Albertazzi miracoloso a respingere in entrambe le occasioni. Un Trapani sprecone che non ha sfruttato il match point, che si rende ancora pericoloso il Trapani al 78’ con Marras che salta un uomo, entra in area ma da ottima posizione spreca al lato non chiudendo il giro. Tris che arriva, comunque, all’83’ con Palumbo che batte una punizione a giro dalla destra sul secondo palo, palla che nessuno riesce a toccare (anche se poi Dambros negli spogliatoi giurerà di averla sfiorata) ingannando Albertazzi, finendo nell’angolo più lontano. Dopo 6 minuti di recupero e il forcing finale degli ospiti la partita finisce sotto una fitta pioggia con il Trapani che torna al successo dopo il mezzo passo falso di Matera.