Trapani corsaro anche a Rende con un col di Pagliarulo, ora i granata credono nel miracolo

il Trapani batte anche il Rende con una rete del capitano Pagliarulo, conferma secondo posto in classifica, miglior attacco del girone e tra le migliori difese
25.03.2018 18:53 di Michele Scandariato  articolo letto 102 volte
© foto di Federico Gaetano
Trapani corsaro anche a Rende con un col di Pagliarulo, ora i granata credono nel miracolo

RENDE - TRAPANI 0-1

RENDE: De Brasi, Viteritti (39’st Ricciardo), Sanzone, Marchio, Gigliotti (39’st Felleca), Rossini, Franco, Porcaro (12’st Actis Goretta), Vivacqua (12’st Blaze), Laaribi (24’st Ferreira), Cuomo. A disposizione: Polverino, Boscaglia, Piromallo, Germinio, Coppola, Otranto, Novello. All. Bruno Trocini

TRAPANI: Furlan, Pagliarulo, Drudi, Scarsella, Evacuo, Polidori (21’st Murano), Fazio, Palumbo, Visconti, Marras (46’st Canino), Corapi (31’st Steffè). A disposizione: Pacini, Ferrara, Rizzo, Bastoni, Dambros, Girasole, Campagnacci, Minelli, Aloi. All. Alessandro Calori

ARBITRO: Ilario Guida di Salerno; ASSISTENTI: Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia e Rosario Caso di Nocera Inferiore

RETE: Pagliarulo 5’,

NOTE: Ammoniti nel Rende – Drudi, Steffè nel Trapani; Recuperi 2’pt-6’st; Corner: 2-3; Spettatori: 523

Continua la rincorsa del Trapani che a Rende gioca un'ottima gara e raccoglie la quarta vittoria consecutiva in trasferta, la seconda in 4 giorni, la sesta nelle ultime 7 gare. Approfittando poi della sconfitta del Lecce con la Casertana i granata, al secondo posto in coabitazione con il Catania, risalgono a -4 dalla vetta ma con una gara in meno. Successo propiziato da un gran gol di testa di capitan Pagliarulo ad inizio gara su assist del solito Marras, poi legittimato da una serie di occasioni fallite di un soffio. Nessun rischio per i granata nemmeno nel secondo tempo quando i ritmi sono calati fino al triplice fischio giunto dopo 6 minuti di recupero. Campionato completamente riaperto che si deciderà nelle ultime giornate e tifosi che tornano a sognare la serie B.