Trapani, sconfitta fatale a Brescia: è Lega Pro

 di Michele Scandariato  articolo letto 454 volte
Curiale
© foto di Federico Gaetano
Curiale

Brescia Trapani 2-1

BRESCIA: Arcari, Untersee, Pinzi, Coly, Blanchard, Caracciolo, Crociata (23’st Lancini), Calabresi, Romagna, Bisoli, Torregrossa (32’st Ferrante). A disposizione: Festa, Camara, Dall'Oglio, Prce, Ndoj, Mauri, Sbrissa. All. Luigi Cagni

TRAPANI: Pigliacelli, Pagliarulo, Legittimo, Nizzetto, Manconi (15’st Curiale), Barillà (26’st Citro), Maracchi, Coronado (8’st Ciaramitaro), Jallow, Rizzato, Casasola. A disposizione: Guerrieri, Daì, Rossi, Fazio, Visconti, Raffaello. All. Alessandro Calori ARBITRO: Fabrizio Pasqua di Tivoli; ASSISTENTI: Marco Chiocchi di Foligno e Dario Cecconi di Empoli; QUARTO UOMO: Daniele Chiffi di Padova

RETI: Torregrossa 2’, Caracciolo 18’, Curiale 35’st

NOTE: Ammoniti Torregrossa, Blanchard, Lancini nel Brescia – Casasola, Ciaramitaro, Citro nel Trapani; Recuperi: 2'pt-5’st; Corner: 3-3

Serata tristissima per il Trapani che dopo 4 anni abbandona la serie B perdendo 2-1 a Brescia, in virtù delle contemporanee vittorie di Avellino e Ternana che nel secondo tempo ribaltano le rispettive partite contro Latina ed Ascoli. Un finale amarissimo per la squadra di Calori, protagonista di un ottimo girone di ritorno ma crollata nel momento decisivo con 4 sconfitte nelle ultime 5 gare. Stasera la squadra granata è stata surclassata dalla partenza veemente del Brescia, già in vantaggio di 2 gol dopo appena 18 minuti grazie alle reti di Torregrossa e Caracciolo. Un Trapani che continuava a subire e che comunque rimaneva in piedi e riusciva anche a riaprire la gara all'80' sugli sviluppi di una punizione calciata da Nizzetto grazie ad una zampata di Curiale, l'unico granata che forse ci ha creduto davvero, e sfiorando poi anche il pari con Citro all'89' che avrebbe significato il raggiungimento dei playout. Un epilogo davvero triste per i granata e per una città intera che retrocede mestamente in Lega Pro a meno di un anno dalla finale playoff per la serie A. Una retrocessione le cui radici sono da ricercare principalmente nell'orrendo girone di andata in cui i granata raccolsero appena 13 punti in 21 partite.