Trapani sprecone, a Pagani finisce 0-0

 di Michele Scandariato  articolo letto 200 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Trapani sprecone, a Pagani finisce 0-0

Paganese-Trapani 0-0

PAGANESE (4-3-3): Gomis 6,5; Picone 6 (14’st Pavan 6), Meroni 5,5 (28’st Piana sv), Carini 6, Della Corte 6,5; Bensaja 6, Carcione 6, Bernardini 5,5 (13’st Tascone 6); Scarpa 6,5, Talamo 5,5 (19’st Regolanti 5), Cesaretti 6. All. Favo

TRAPANI (4-3-3): Furlan 6; Fazio 6, Pagliarulo 6, Silvestri 6,5, Visconti 6; Maracchi 5, Bastoni 5,5 (16’st Ferretti 5), Evacuo 5 (38’st Reginaldo sv), Murano 5 (25’st Girasole 5,5), Palumbo 5,5 (1’st Taugourdeau 5), Marras 6. All. Calori

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta; ASSISTENTI: Mittica e Gregorio di Bari

NOTE: Ammoniti Picone, Regolanti, Meroni (Paganese), Fazio, Palumbo, Murano, Ferretti (Trapani); Recuperi: 2’pt-4’st; Corner: 4-7

Pareggio a reti bianche tra Paganese e Trapani in un incontro in cui i granata hanno confermato le croniche difficoltà di andare in gol emerse in questo inizio di stagione. Un punto d’oro per i padroni di casa dopo 3 sconfitte consecutive, 2 punti preziosi persi dai trapanesii che rallentano la loro corsa dopo due vittorie di fila.

Troppe le occasioni sciupate dall’undici di Calori, almeno 4 nel primo tempo, prima con Evacuo al 3’, con Gomis bravo a respingere in qualche modo, poi con l’attaccante Murano che per ben due volte, al 23’ e al 25’, si è trovato a tu per tu con Gomis senza riuscire però a metterla dentro, quindi con Pagliarulo di testa al 39’, su azione di calcio d’angolo calciato da Palumbo, con il capitano che tutto solo colpiva di testa a colpo sicuro mandando però la palla fuori di pochissimo.

Trapani che calava vistosamente nella ripresa con i padroni di casa della Paganese che rallentavano i ritmi e che con Cesaretti, con un colpo di testa di poco a lato al 67’, avrebbero anche la possibilità di passare in vantaggio. Poi l’episodio del rigore, procurato da Ferretti ma sprecato malamente al 69’ da Murano, con la parte alta della traversa a respingere il cucchiaio dell’attaccante granata. Poco altro fino alla fine per un pareggio sostanzialmente giusto per il volume di gioco prodotto dalle due squadre anche se il conto delle occasioni create lascia tanto rammarico al Trapani che fallisce il terzo rigore (su quattro) dall’inizio del campionato, lasciando per strada due punti preziosissimi.