Un tris di acquisti in arrivo per il Trapani

15.08.2018 17:06 di Michele Scandariato  articolo letto 837 volte
Nzola
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Nzola

Dopo la sgambatura di domenica contro il Dattilo, mister Italiano ha concesso 3 giorni di riposo ai calciatori granata che torneranno ad allenarsi Giovedi, dopo le festività di ferragosto. Di sicuro non si è fermato il mercato con il ds Raffaele Rubino costretto ad un vero tour de force per recuperare il tempo perduto.

Dopo avere annunciato i primi 4 nuovi arrivi (Golfo, Dini, Toscano e Scognamillo) Rubino sembra pronto per altri colpi di mercato, almeno uno per reparto, per completare la rosa. Se appare ormai probabile il tesseramento del portoghese Joao Paula Silva, il difensore centrale classe ’95, già aggregato alla squadra, verso cui mister Italiano ha speso parole di apprezzamento al termine dell’amichevole con il Dattilo, i veri colpi di mercato potrebbero essere l’attaccante francese classe ’96 M’bala Nzola che arriverebbe in prestito dal Carpi, il difensore esterno sinistro Juan Ramos, di proprietà del Parma e lo scorso anno a Cosenza, classe ’96, ed il centrocampista spagnolo classe ’91, Martì Riverola, che arriverebbe da svincolato dopo l’esperienza lo scorso anno nella Reggiana.

Arrivi che sembrano ormai imminenti e che darebbero una dimensione del tutto diversa ad una squadra che fino a 10 giorni fa sembrava in smobilitazione e che invece adesso si accinge ad affrontare con rinnovate ambizioni il prossimo campionato di serie C, pur se con un budget ridotto rispetto al recente passato. Restano da definire le situazioni di Marcone e Taugordeau, che hanno espresso la volontà di lasciare Trapani per motivi diversi, mentre sembrano vicini al prolungamento del contratto sia Corapi ma soprattutto Evacuo, calciatore simbolo di questa fase della stagione granata, non solo per i gol realizzati in coppa Italia ma anche per il ruolo di guida che lo stesso giocatore campano ha assunto in nome dei giocatori nelle vicende societarie di qualche giorno fa.

Pubblicato su "La Sicilia" del 15 agosto 2018