Avanti tutta

13.03.2018 18:22 di Michele Scandariato  articolo letto 285 volte
Avanti tutta

Porta bene la terra calabra al Trapani che dopo il successo di Reggio Calabria ha espugnato anche Catanzaro al termine di una partita molto combattuta, in cui i granata sono stati bravi all'inizio a respingere gli assalti dei padroni di casa per poi capitalizzare le occasioni capitate.

Nonostante qualche decisione più che discutibile dell'arbitro che ha negato prima un chiaro rigore a Scarsella e punito poi, troppo severamente, una ingenuità di Silvestri regalando un rigore ai padroni di casa, è arrivata la quarta vittoria consecutiva che consente alla squadra di Calori di agganciare il Catania al secondo posto e di accorciare a 7 punti la distanza dal Lecce che, però, ha disputato una gara in più rispetto ai granata.

Trapani che in appena 4 giornate ha recuperato 7 punti dal Lecce e che ovviamente comincia a credere nella rimonta impossibile. Il Trapani visto nelle ultime partite è una squadra più cinica rispetto al passato, più brava nello sfruttare le occasioni, più calata nella dura realtà della serie C e forse un pizzico più fortunata. Una squadra rinvigorita dagli innesti di gennaio con Drudi a puntellare la difesa e Scarsella centrocampista goleador.

Ma la sorpresa più lieta è stata la riscoperta di Felice Evacuo, nel girone di andata oscurato dalla verve di Reginaldo, riscoperto, adesso, implacabile goleador. Evacuo ha messo il timbro in tutti gli ultimi successi anche se domenica ha macchiato l’ennesima prodezza balistica, un colpo da biliardo che è valso la vittoria, con una banale reazione che gli farà saltare la prossima gara contro il Bisceglie. Nel frattempo, però, si è sbloccato anche Polidori autore del gol che ha sbloccato la partita ed anche Murano è sulla via della guarigione per cui la rincorsa può continuare. Lecce e Catania sono avvisate.