Buona la prima, ora testa al Lecce

 di Michele Scandariato  articolo letto 133 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Buona la prima, ora testa al Lecce

Il primo mattoncino è stato messo, il gol di Murano alla fine del primo tempo ha consentito al Trapani di iniziare con una preziosa vittoria il proprio cammino nel girone C nella serie C.

Un Trapani che è stato accolto da un caloroso e numeroso pubblico, quasi come se all’opinata retrocessione della scorsa primavera, nessuno voglia ancora rassegnarsi in una città che solo pochi mesi prima aveva accarezzato il sogno della serie A.

La partita con il Siracusa è rimasta in bilico fino alla fine perché i trapanesi non sono riusciti a chiuderla definitivamente e questo ci fa capire quanto sarà duro un campionato in cui per arrivare fino in fondo occorrerà giocare ogni partita con il coltello tra i denti, ed in cui tutte le squadre vorranno fare lo sgambetto ai granata.

Il prossimo test sarà certamente più significativo perché dopo quattro anni le strade di Trapani e Lecce torneranno ad incrociarsi dopo l’indimenticabile campionato 2012/13, in cui la squadra granata allenata da Roberto Boscaglia era riuscita a rimontare dopo l’avvio fulminante dei salentini fino ad ottenere la promozione in serie B al fotofinish nell’ultima giornata a Cremona.

Sembra passato un secolo da quel campionato, nel frattempo mentre il Trapani ha disputato 4 indimenticabili (in tutti i sensi) campionati in serie B, il Lecce non è ancora riuscito a risalire dalle sabbie mobili della C ed anche quest’anno, dopo una campagna acquisti importante, parte in pole position per centrare la B più volte sfiorata. Una sfida tra due delle principali pretendenti assieme al Catania per disputare un campionato di vertice.

Uno scontro che forse arriva troppo presto, con le distrazioni di un mercato non ancora chiuso che in qualche modo influirà sulla testa dei giocatori ma che certamente ci darà qualche importante indicazione per capire davvero se il cammino intrapreso a Spiazzo da Alessandro Calori e dalla sua truppa potrà condurre i tifosi trapanesi verso quelle soddisfazioni che molti in città si aspettano.