Carambola da 3 punti

 di Michele Scandariato  articolo letto 186 volte
Reginaldo
Reginaldo

Sorride il Trapani che grazie alla zampata di Reginaldo in pieno recupero ha colto il suo secondo successo consecutivo contro una Casertana che ha cercato di capitalizzare al massimo il gol del bomber Alfageme ad inizio partita. Mister Calori può sorridere per il risultato, meno per il gioco offerto dalla sua squadra. Decisivi gli uomini che si sono alzati dalla panchina che nella ripresa hanno ribaltato il risultato. A cominciare dal piccoletto Simone Minelli, talento puro di scuola Fiorentina e fresco di convocazione in nazionale under 20, che rilevando Taugordeau ha ridato vivacità alla manovra apparsa troppo lenta e compassata con il francese in campo. Bravo lo stesso Minelli, poi, a trovare lo spiraglio giusto per inserirsi per trovare di testa, proprio lui il più piccolo in campo per statura, la rete del pareggio. Ma l’eroe di giornata è certamente il brasiliano Reginaldo, che entrato in campo negli ultimi 20 minuti, con umiltà si è messo a rincorrere ogni pallone, compreso quello che vagava in area al minuto 92’ da cui è scaturita l’incredibile carambola che ha regalato il successo ai granata. Un gol di suola che difficilmente i tifosi granata dimenticheranno, il primo del fantasista brasiliano con la maglia del Trapani, che consente all’undici di Calori di restare attaccati alle primissime posizioni in attesa che con il passare del tempo il mister possa trovare i giusti equilibri di una rosa ricca di uomini e talento. Una squadra che potenzialmente non è seconda a nessuno ma che per andare fino in fondo in questo durissimo campionato di serie C, dovrà trovare maggiore concretezza nella metà campo avversaria. E che magari anche Evacuo, ieri protagonista in negativo con un rigore procurato ma calciato malissimo, acquisti una forma accettabile per fornire il suo contributo indispensabile il termini di realizzazioni.