Finalmente si ricomincia, la parola al campo

17.09.2018 10:00 di Michele Scandariato  articolo letto 84 volte
Finalmente si ricomincia, la parola al campo

Finalmente la parola passa al campo: dopo un’estate estenuante, caratterizzata prima dalle vicende societarie seguite alla decisione della famiglia Morace di vendere la società prima del clamoroso dietrofront di fine luglio, con la decisione di restare in sella, poi i continui rinvii del campionato per le vicende legate ai ripescaggi in serie B.

Così i tifosi granata, domani sera, alle 20,30 al Provinciale assisteranno alla tanto sospirata prima gara di campionato tra il Trapani di Vincenzo Italiano e la Reggina di Roberto Cevoli. Sarà un confronto tra due squadre notevolmente rinnovate rispetto alla stagione passata, i direttori sportivi Rubino per i granata e Taibi per gli amaranto calabresi hanno consegnato ai rispettivi tecnici squadre giovani le cui ambizioni saranno svelate solo dal campo.

Di certo sarà una sfida interessante tra due schieramenti a specchio, visto che il 4-3-3 è il modulo preferito da entrambi i tecnici. In casa Trapani si respira grande ottimismo, procede bene la campagna abbonamenti con oltre 1.500 abbonamenti già venduti, segnale di un entusiasmo sempre crescente dopo la grande paura di fine luglio quando il calcio a Trapani sembrava ormai giunto al capolinea. Ed invece l’avvento di Rubino ed Italiano ed il rinnovato impegno della famiglia Morace alla guida della società, pur con un budget ridotto rispetto al passato, hanno fatto rinascere l’entusiasmo. Dopo le fughe dei calciatori ad inizio estate alla fine i big rimasti hanno deciso di rimanere, con Evacuo, Corapi, Ferretti, Taugordeau e Pagliarulo che hanno rinnovato il proprio contratto sposando in pieno il nuovo progetto granata.

La collaborazione con il Parma dell’ex ds Daniele Faggiano ha favorito una campagna acquisti dignitosa, condita dai colpi Costa Ferreira e N’Zola, la carica di mister Italiano potrebbe essere l’arma in più per una squadra ancora tutta da scoprire. Partire con il piede giusto sarebbe fondamentale ed il Provinciale sarà determinante considerato che i granata disputeranno nel proprio fortino 3 delle prime 4 gare nei prossimi 11 giorni, peraltro tutte in serale. Dopo l’esordio di domani con la Reggina, i granata infatti sabato 22 giocheranno in trasferta con la Vibonese prima di affrontare due derby casalinghi consecutivi contro la Sicula Leonzio, martedì 25, ed il Siracusa sabato 29 settembre.

Un calendario che potrebbe agevolare la partenza della squadra di Italiano che deve risolvere qualche problema in difesa, dove è in dubbio il centrale Scognamillo, che potrebbe essere sostituito dal giovanissimo Joao Silva o dal terzino Scrugli, a fare coppia con capitan Pagliarulo. In porta ci sarà Dini, giovanissimo ma molto stimato dalla società, con Garufo a destra e Ramos a sinistra a completare lo schieramento difensivo.

A centrocampo Taugordeau in regia, con Corapi e Costa Ferreira sulle mezzali a formare il centrocampo titolare con Toscano e Girasole possibili alternative. Abbondanza in attacco dove Evacuo sembra l’unica certezza del tridente in cui potrebbero trovare posto Golfo a sinistra e Ferretti a destra, ma  dove Tulli e N’Zola sono due validissime alternative, considerato che lo stesso Ferretti è reduce da un infortunio importante. Insomma una squadra con un buon mix tra giocatori esperti e giovani che se trova la chimica giusta potrà dire la sua in questo durissimo campionato.

Pubblicato su "La Sicilia" del 17 settembre 2018