Il grande giorno di Trapani Siracusa

29.09.2018 12:42 di Michele Scandariato  articolo letto 269 volte
Il grande giorno di Trapani Siracusa

E’ il grande giorno di Trapani Siracusa, l’attesissimo derby in cui i granata trapanesi proveranno a consolidare il primato in classifica. Calendario benevolo per la squadra di mister Italiano, che dopo i tre successi iniziali si prepara ad affrontare la terza partita su quattro tra le mura amiche del “Provinciale” dove finora i granata, nelle due precedenti occasioni contro Reggina e Sicula Leonzio, si sono imposti sempre per 3-0.

Prima della rifinitura, l’allenatore Vincenzo Italiano ha presentato la partita alla stampa evidenziando le sue preoccupazioni per l’ostico match contro gli aretusei: “I valori che abbiamo visto non sono quelli reali. Il Siracusa non è inferiore alla Sicula Leonzio. E’ una squadra che cambia spesso il sistema di gioco. Bisogna preparare bene la partita perché sarà un match ostico”. Poche novità dal fronte indisponibili tranne Garufo che è tornato tra i convocati ma è assai probabile la conferma dello stesso undici titolare schierato nelle prime due partite con il ritorno di Taugordeau in regia al posto di Toscano che però si è ben destreggiato contro la Sicula Leonzio, come lo stesso Ferretti, autore del gol del vantaggio granata, in ballottaggio con Tulli, l’altro attaccante di fascia che finora ha ben figurato. Italiano si è soffermato poi sull’effetto sorpresa del suo Trapani e sull’effetto gruppo, vera arma in più finora della sua squadra: “E’ importante avere un gruppo unito, una persona deve essere sia giocatore che uomo e di uomini c’è ne sono tantissimi”.

Il riferimento è rivolto principalmente ai senatori (Evacuo, Corapi, Ferretti, Pagliarulo, Taugordeau) che nella burrasca estiva hanno deciso di rimanere a Trapani nonostante tutto e oggi sono un punto di riferimento importantissimo per tutti i giovani promettenti arrivati in maglia granata con il mercato estivo. Una squadra che in questo momento sta facendo sognare i propri tifosi, non soltanto per la serie di successi, per gli 8 gol fatti senza subirne, ma soprattutto per il bel gioco mostrato.

Il Trapani con il suo 4-3-3 scolastico finora ha dominato tutti gli avversari incontrati. Tranne il primo tempo con la Leonzio finora i granata hanno letteralmente dominato le partite. Fa bene mister Italiano a gettare acqua sul fuoco della facile euforia e a godersi il magic moment.  Gli ospiti del Siracusa, agli ordini di mister Pagana, dopo l’avvio di campionato deludente e la secca sconfitta casalinga con la Juve Stabia, arriveranno a Trapani dopo il buon successo per 3-1 contro la Paganese e sono pronti a dare battaglia al “Provinciale” per portare a casa l’intera posta in palio, come annunciato dall’A.D. aretuseo Santangelo.

Le premesse per un derby combattuto, dunque, ci sono tutte. Fischio d’inizio gli ordini del sig. Colombo di Como alle 20,30 al Provinciale di Trapani.

Pubblicato su "La Sicilia" del 29.09.2018