Il nuovo corso del Trapani calcio

13.08.2018 09:00 di Michele Scandariato  articolo letto 423 volte
il nuovo staff tecnico
il nuovo staff tecnico

E’ stata una settimana importante, quella appena trascorsa, per il Trapani calcio in cui finalmente, dopo il tira e molla durato tutta l’estate sulla possibile vendita della società, si è ricominciato a parlare di calcio. La presentazione ufficiale del nuovo allenatore Vincenzo Italiano e del nuovo direttore sportivo Raffaele Rubino ha dato il via alle operazioni di mercato in vista del prossimo campionato di serie C. La società al momento rimane nelle mani del Comandante Vittorio Morace nonostante i ripetuti annunci di disimpegno da parte dell’imprenditore napoletano, Italiano e Rubino sono le due figure chiave da cui ripartire. La scelta di Rubino non è stata certo casuale visto che l’ex calciatore del Novara, barese di nascita, capo scouting del Parma nelle ultime stagioni, era il braccio destro di Daniele Faggiano, l’indimenticato ex ds granata protagonista della scalata dalla serie C alla finale playoff per la serie A. La collaborazione con il Parma è stata l’ancora di salvezza per Trapani che se vedrà ancora calcio a certi livelli deve ringraziare il suo ex direttore sportivo che dopo aver portato in alto il Trapani si è consacrato definitivamente portando il Parma dalla serie C alla A in appena un anno e mezzo. Targati Parma sono stati i primi acquisti ufficiali, a cominciare dall’attaccante di origine palermitana, Ciccio Golfo, protagonista lo scorso anno in serie D con 20 gol realizzati con la Pianese, al portiere Andrea Dini, terzo portiere lo scorso anni con i ducali, e il difensore Stefano Scognamillo, lo scorso anno in serie C al Matera. Tutti e 3 arrivano a Trapani in prestito proprio dal Parma, così come in prestito, stavolta dal Palermo, è arrivato il centrocampista trapanese purosangue Marco Toscano. Altre due importanti operazioni sono state il prolungamento dei contratti dell’attaccante Daniele Ferretti e del capitano Luca Pagliarulo, i cui contratti sono stati prolungati fino al 2020. Segnali importanti che la società, pur nel ridimensionamento dei costi, vuole rilanciarsi e consolidarsi sfruttando la sinergia con il Parma e puntando su figure giovani ed ambiziose nei ruoli chiave come Italiano e Rubino. Ieri è stata giornata di amichevole, con la sgambatura del Provinciale tra i granata ed il Dattilo, formazione di eccellenza, terminato per 2-0 in favore dei trapanesi, un buon test per testare i nuovi acquisti. Mercato che non è affatto concluso e già nelle prossime ore potrebbero esserci ulteriori novità, dalle possibili conferme dei difensori Desiderio Garufo e Joao Silva, per il momento solo in prova, alle probabili cessioni di Marcone e Taugordeau, che hanno manifestato la volontà di accasarsi altrove ma anche del prolungamento del contratto degli altri due big rimasti, Francesco Corapi e Felice Evacuo, che sebbene oggetto di tante attenzioni di mercato sembrerebbero sul punto di accettare la permanenza a Trapani.

Pubblicato su "La Sicilia" del 13.08.2018