Mercato bollente ... il punto della situazione

08.01.2017 19:29 di Michele Scandariato   Vedi letture
Mercato bollente ... il punto della situazione

Mentre sono ripresi oggi agli ordini di mister Alessandro Calori gli allenamenti del Trapani calcio in vista della ripresa del campionato prevista per sabato 21 contro il Novara, attenzione tutta puntata sulla sessione invernale di mercato a cui il Trapani affida le residue speranze di salvare la serie B.

Come prevedibile il primo colpo del nuovo ds Fabrizio Salvatori è stato quello del portiere, la scelta è ricaduta su Mirko Pigliacelli, già presente all’allenamento odierno, che avrà il compito di far dimenticare i disastri di Guido Guerrieri, protagonista di un girone di andata da incubo. Il secondo colpo piazzato in entrato è quello del centrocampista Fausto Rossi, giocatore che mister Calori ha già allenato a Brescia nel 2012, quando il tecnico aretino aveva rigenerato il giocatore di scuola Juventus reinventandolo playmaker, dopo un periodo difficile trascorso a Vicenza. A Trapani mister Calori dovrà ripetere l’impresa, visto che Rossi, dopo una carriera di alti e bassi, è fermo da giugno dopo l’esperienza di Vercelli. Il calciatore dovrebbe già essere a Trapani e domani a Palermo sosterrà le visite mediche che dovrebbero dargli il lasciapassare per il suo ingaggio ufficiale. Rossi avrà il compito di sostituire Matteo Scozzarella appena ceduto a titolo definitivo al Parma, alla corte dell’ex ds del Trapani Daniele Faggiano, per una cifra attorno ai 300.000 euro. Un divorzio inevitabile quello con il giocatore triestino che aveva chiesto espressamente di andare via dopo la contestazione dei tifosi seguita all’esonero di mister Serse Cosmi. Dopo il campionato dello scorso anno e le sirene estive di mercato, il rendimento del centrocampista granata non è stato all’altezza della sue potenzialità, da qui la scelta della società di liberarlo nella speranza di trovare nuova linfa negli innesti futuri. Centrocampo che sarà rinforzato intanto con il centrocampista Federico Maracchi proveniente dalla Feralpisalò, triestino di origine anche lui, esterno destro di centrocampo, una certezza in Legapro ma tutto da verificare in serie B. Anche in questo caso l’annuncio dovrebbe essere imminente. Dovrebbe rimanere in granata Nino Barillà nonostante le sirene del mercato, anche se non sono da escludersi altri colpi ovviamente: il sogno sarebbe ancora Valiani dal Bari ma i tentennamenti estivi del giocatori lasciano pochi margini per un suo possibile approdo al Trapani. Quasi certo l'addio a Machin, direzione Lugano in Svizzera. Tutto da inventare, invece, l’attacco, Ferretti e De Cenco hanno chiesto di essere ceduti e sono stati accontentati accasandosi rispettivamente con la Feralpisalò ed il Padova, su Bruno Petkovic, reduce dall’infortunio alla spalla, nonostante uno scorcio di campionato sottotono, si sono riaccese le attenzioni di diverse squadre. A cominciare dal Bari che ha fatto un sondaggio ufficiale per il giocatore che piace tanto al ds Sogliano, ma anche il Bologna, già interessata al giocatore in estate, sta sondando il terreno. Su Petkovic anche l’interesse di un paio di club stranieri ma le trattative sembrano ancora in una fase embrionale anche perché il Trapani di fatto si ritrova al momento con l’attacco quasi sguarnito. Se il reintegrato Davis Curiale andrà a ricoprire il ruolo di quarto attaccante resta da capire come si evolverà la situazione legata a Nicola Citro. Il “Messi di Fisciano”, eroe della scorsa stagione con i suoi 14 gol, anche lui oggetto della contestazione di una frangia della tifoseria all’indomani dell’esonero di Cosmi, non avrebbe nascosto il desiderio di andare via da Trapani: su di lui l’interesse di Salernitana, Benevento ma anche di un club giapponese. La società però non sarebbe intenzionata a farlo partire a cuor leggero, la sensazione, però, è che si stia aspettando la buona occasione utilizzando, magari, il giocatore come pedina di scambio per portare a Trapani quella punta centrale che manca in organico che possa riaccendere l’entusiasmo dei tifosi. L’esperto Felice Evacuo del Parma è un nome venuto fuori, nei prossimi giorni, anche sull’onda della cessione di Scozzarella, si proverà a convincere il giocatore a scendere a Trapani, e non è detto che la trattativa, anche se difficile, non si possa concludere positivamente.

Infine la difesa, reparto anch’esso sotto la lente d’ingrandimento, che però nell’ultima fase della stagione, sembrerebbe avere registrato i meccanismi. Sfumato l’arrivo di Bertoncini da Frosinone per il mancato accordo sulla durata del contratto il serbo Milan Milanovic, svincolato, con un passato importante al Palermo e poi all’Ascoli, potrebbe essere il rinforzo adatto, considerata tra l’altro la crescita nelle ultime gare del croato Kresic, giocatore del tutto ignorato da Cosmi, ma che contro Cesena e Brescia, nelle ultime partite del girone di andata, è stato tra i migliori in campo. Dovrebbe rimanere anche Casasola nonostante qualche perplessità, da valutare poi le posizioni del rumeno Balasa, giocatore di proprietà della Roma ma autentica delusione del girone di andata dopo un campionato da protagonista nel Crotone dei miracoli, oltre che di Figliomeni, Carissoni e Visconti, giocatori che non hanno certo convinto. Certo è che la rosa del Trapani sarà rivoluzionata, d'altronde, dopo un girone di andata del genere, è il minimo che la società potesse fare.