Stallo in casa granata in attesa del "closing"

07.01.2019 08:00 di Michele Scandariato  articolo letto 201 volte
Raffaele Rubino ds del Trapani
Raffaele Rubino ds del Trapani

Situazione di stallo in casa Trapani. Dopo le bufere estive successive all’annunciato disimpegno della famiglia Morace e la vendita “farsa” all’imprenditore Francesco Agnello, poi “saltata” e finita nelle aule dei tribunali, da settimane vanno avanti le trattative per la cessione della società granata al finanziere romano Giorgio Heller. L’affare sembrava sul punto di chiudersi prima di Natale, all’indomani del rigetto da parte del Tribunale delle Imprese di Palermo sul ricorso di Agnello, che vantava pretese sulla effettiva proprietà delle quote societarie. Lo stesso Heller non aveva smentito la trattativa, anzi, ma evidentemente le parti dovranno ancora limare alcuni aspetti principalmente finanziari. Ad oggi le azioni del Trapani calcio sono equamente suddivise tra la famiglia Morace e la Liberty Lines, società dell’armatore Vittorio Morace ma con un’amministrazione giudiziaria dopo il coinvolgimento nell’inchiesta “Mare nostrum”. Appare evidente come la “doppia proprietà”, come successo anche in estate, renda più complessa l’operazione che però, stavolta, dovrebbe andare in porto. Sullo sfondo resta da capire se ci sarà continuità con il recentissimo passato in cui a partire da agosto la società granata è entrata nell’orbita del Parma dell’ex direttore Daniele Faggiano, da cui sono arrivati il nuovo ds. Raffaele Rubino e diversi giocatori in prestito (Dini, Ramos, Scognamillo, Golfo).

Se la prossima settimana sarà quella buona per vedere finalmente Giorgio Heller diventare il nuovo presidente del Trapani Calcio tutto sarà più chiaro. Solo da quel momento in poi si potrà concretamente parlare anche di mercato invernale per capire se si continuerà ad operare come la scorsa estate, puntando a giocatori svincolati o in prestito, principalmente dal Parma, o se la nuova proprietà darà nuove disponibilità economiche per cercare rinforzi importanti per tentare la scalata alla B dopo il brillante secondo posto del girone di andata. E’ chiaro che fino adesso il mercato non è decollato, soltanto colloqui con i procuratori di qualche giocatore in attesa del “closing” con Heller.

A prescindere dall’esito della trattativa, la volontà di mister Italiano è comunque quella di puntellare un gruppo che finora ha fatto benissimo ma che ha perso qualche pezzo per strada a causa degli infortuni. A cominciare dal terzino sinistro, in cui bisognerà sostituire l’uruguaiano Ramos, ancora out dopo l’intervento alla caviglia, con Mario Mercadante del Monopoli unico nome finora circolato. In difesa la trattativa più avviata è quella che ruota attorno alla possibile cessione di Erasmo Mulè, il giovanissimo centrale classe ’99, lo scorso anno alla Berretti, finito nel mirino della Sampdoria che potrebbe acquistarne il cartellino lasciando il giocatore a Trapani fino a giugno. Lo svincolato Andrea Coda, con trascorsi in A con Udinese e Sampdoria, potrebbe essere il sostituto nel caso di partenza immediata. Qualcuno arriverà tra gli esterni di attacco, perché se Daniele Ferretti dopo l’intervento al ginocchio è ormai pronto al rientro, c’è da valutare il tempo di recupero dell’altro esterno, Francesco Golfo, fuori per un serio guaio muscolare.

Pubblicato su "La Sicilia" del 7 gennaio 2019