Trapani Calcio. Si riparte da Spiazzo

Per il secondo anno consecutivo i granata in ritiro nella località trentina
12.07.2016 17:30 di Salvatore Puccio   Vedi letture
Trapani Calcio. Si riparte da Spiazzo

Si riparte! Alle 17,30 sul campo comunale di Spiazzo inizia la nuova stagione per il Trapani calcio. Ancora dalla località trentina per il quarto anno consecutivo per i granata nel calcio che conta. Tre anni costellati da tante emozioni, che hanno avuto il loro apice un mese fa, quando la squadra del riconfermatissimo Serse Cosmi arrivò ad un gol, niente poco di meno che, dalla serie A.

Non ci sono tutti i protagonisti della scorsa stagione ma in tanti riconfermati. Illustri partenze come quelle di Perticone e Scognamiglio ed arrivi tutti da scoprire come quelli di Legittimo, Crecco, Fornito, Canotto, i due portieri Guerrieri e Farelli, non ultimi l'attaccante Ferretti e il difensore Kresic. Tutta gente che vorrà dare il massimo per non far rimpiangere chi è andato via. Ma al di là di quello che potrà essere il campionato 2016-2017 del Trapani, si riparte da tre certezze importanti. Dal "Comandante in Capo" Vittorio Morace, il Presidente dalla domanda: cosa c'è dopo la serie A? Alla quale vuole al più presto dare una risposta. Da un direttore sportivo, tale Daniele Faggiano, che al Trapani si è legato sentimentalmente rinunciando ad offerte ben più allettanti. Dulcis in fundo il condottiero Serse Cosmi, il duro dal cuore tenero. Passeranno alla storia le immagini delle sue lacrime dopo avere perso la serie A. Ma questo fa parte ormai del passato perchè il condottiero è lì pronto ad entrare in campo dopo avere detto quelle stesse cose che un anno fa disse ai suoi giocatori che poi arrivarono dove sappiamo. La qualità del tecnico perugino sta nel riuscire a fare acquisire ai suoi giocatori la consapevolezza nei propri mezzi. Se ci riuscirà anche quest'anno, allora vivremo un'altra stagione importante. Tre certezze che rappresentano un punto fermo dal quale ripartire. Poi il resto verrà da se: le prestazioni della squadra, l'incitamento dello splendido pubblico trapanese ed infine il ruolo dei media, pronti a narrare le gesta di una squadra, che fin quì, nel bene e nel male, ha regalato sempre emozioni. Buon lavoro a tutti